No al Bavaglio a Internet

Ci risiamo, non riesco proprio a capire perchè quando l’Europa deve legiferare, complica le cose.

Lo abbiamo visto con la legge sui cookies. Infatti, la normativa, invece di obbligare chi utilizza degli spy cookies a comunicarlo ai propri utenti, impone a tutti, indistintamente,di aggiungere una striscia di lutto al proprio sito o ancora le adempienze inerenti la privacy dove, chi veramente utilizza i big data, profilando, rivendendo ed implementando campagne pubblicitarie viene riservato lo stesso tratamento di noi poveri sfigati che  raccogliamo “dati sensibili” per poter emettere una fattura.

Peggio ma, molto peggio, la direttiva sul copyright che verrà votata dopodomani. Infatti, una volta entrata in vigore, potrebbe rendere piu’ difficile la divulgazione di alcune informazioni su internet e chissa quali altre minacce sono nascoste in questi articoli che diventeranno legge.

La protesta parte da una nutrita schiera di illustri personaggi di Internet come as esempio l’inventore del World Wide Web Tim Berners Lee, e Vint Cerf, co-fondatore di Wikipedia ecc. che hanno scritto una lettera di protesta ad Antonio Tajani, presidente del parlamento europe.

Noi che viviamo di Internet non possiamo che essere preoccupati. esprimeremo i nostri dubbi agli europarlamentari che riusciremo a contattare.

.

#giùlemanidainternet #keepitasitis #aveterotto

 

Devi aver effettuato il login per pubblicare un commento